Menu Chiudi

Aggiornamento planimetria catastale per lavori interni obbligo e costi

Obbligo aggiornamento planimetria catastale per lavori interni obbligo e costi

aggiornamento planimetria catastale
aggiornamento planimetria catastale

Salve sicuramente sei hai intenzione di effettuare una ristrutturazione, il geometra, architetto  o ingegnere ti avrà preventivato anche l’aggiornamento della planimetria catastale. In questo articolo spiegheremo quando è obbligatorio per i lavori interni, e quando è obbligatorio aggiornare la visura catastale e la planimetria catastale. Ci soffermeremo anche sui costi dell’aggiornamento catastale, sia come diritti di istruttoria sia per quanto riguarda la parcella del tecnico.

Che cosa è l’aggiornamento catastale?

Con le parole aggiornamento catastale si intende la comunicazione agli uffici preposti di ogni modifica intervenuta su un’immobile sia esso abitazione, negozio, laboratorio, box auto o cantina. La comunicazione di aggiornamento può essere presentata sia per le modifiche sulla visura catastale (aggiornamento della visura catastale), sia per le variazione sulla planimetria catastale (aggiornamento planimetria catastale).

Cosa è la visura catastale?

La visura catastale è il documento che rilascia l’agenzia dell’entrate con l’indicazione di alcuni dati identificativi del nostro immobile, come il comune, la via, e i famosi foglio,particella e subalterno.

Per foglio si intende la mappa catastale di una determinata zona che viene suddivisa a sua volta nelle particelle (interi fabbricati) che contengono i vari subalterni (abitazioni).

Altri dati importanti che si trovano all’interno di una visura catastale sono gli intestatari dell’immobile, i vari passaggi di proprietà e le variazioni catastali presentate dalla costituzione ad oggi.

Cosa è la planimetria catastale?

La planimetria catastale è l’elaborato grafico dell’unità immobiliare presenta negli archivi catastali, la piantina del catasto è solitamente in scala 1:100 o 1:200.

Questo documento rilasciato dall’agenzia delle entrate raffigura la disposizione interna, i confini, la destinazione d’uso e dati ubicativi all’interno di un fabbricato, nonchè foglio, particella e subalterno se esiste.

Chi presenta l’aggiornamento catastale?

L’aggiornamento catastale può essere presentato da proprietario, locatario o avente diritto su un’unità immobiliare, ovviamente per depositarlo al catasto deve incaricare un tecnico abilitato.

Infatti essendo le variazioni catastali da consegnare telematicamente, serve un tecnico con la firma digitale. L’agenzia delle entrate in alcuni casi permette anche al singolo proprietario di depositare alcune modifiche online, come il caso della variazione toponomastica o delle variazioni sulla visura catastale, utilizzando in contact center dal sito dell’agenzia stessa.

Hai bisogno di aggiornare la planimetria catastale o la visura? Vuoi sapere quanto costa la pratica di variazione? Chiamaci o scrivici

Quando è obbligatorio l’aggiornamento della piantina catastale

variazione catastale costo
variazione catastale costo

Come specifica l’agenzia delle entrate ex catasto, è obbligatorio presentare l’aggiornamento catastale della planimetria ogni qualvolta viene modificata quella già esistente negli archivi catastali. Un caso di variazione catastale per modifica riguarda la ristrutturazione di una casa, i cosi detti lavori interni. Quando infatti si iniziano dei lavori interni per rinnovare un’abitazione nella maggior parte dei casi si deve presentare la nuova planimetria catastale, perchè viene variata la disposizine interna e dunque la piantina del catasto (dopo la presentazione della pratica cila al comune). Di seguito stralcio della circolare esplicativa rilasciata dall’Agenzia delle Entrate riguardo l’obbligo sul aggiornamento della planimetria catastale:

L’obbligo della dichiarazione di variazione in catasto sussiste nei casi in cui la variazione incide sullo stato, la consistenza, l’attribuzione della categoria e della classe.  A seguito di interventi edilizi di ristrutturazione, ampliamento, frazionamento, oppure per effetto di annessioni, cessioni o acquisizioni di dipendenze esclusive o comuni, cambio di destinazione d’uso. Non assumono quindi rilievo la variazione dei toponimi, dei nomi dei confinanti e di ogni altro elemento, anche di carattere grafico-convenzionale, non influente sulla corretta determinazione della rendita.

Riassumiamo alcuni casi in cui è obbligatorio l’aggiornamento di una planimetria catastale:

  • modifica della distribuzione interna dell’unità immobiliare;
  • Frazionamento in più parti o fusione di unità immobiliari.Compreso lo scorporo di cantine e soffitte;
  • Cambio di destinazione d’uso  ad esempio, nel caso dovessi trasformare un’abitazione in ufficio;
  • Variazione dei dati come ad esempio il piano, l’interno e l’altezza errati sulla planimetria catastale.

Importante: la planimetria catastale deve sempre rappresentare fedelmente l’ultimo titolo edilizio presentato in comune per mantenere la conformità urbanistica e catastale.

L’obbligo di aggiornamento della visura catastale

Quando si devono correggere i dati sulla visura catastale o  incongruenze, dovute a meri errori ortografici o imprecisioni, relative alla intestazione catastale di un bene immobile, cioé errori o imprecisioni relative ai dati del proprietario del bene, occorre presentare l’aggiornamento della visura catastale per variare i dati sbagliati: 

  • nome;
  • cognome;
  • data e luogo di nascita;
  • codice fiscale;
  • diritto o quota di possesso;
  • annotazioni.

e/o ad errori presenti nei dati  identificativi dell’immobile:

  • indirizzo;
  • numero civico;
  • piano;
  • scala;
  • numero di interno;
  • lotto;
  • edificio;
  • consistenza.

Nel caso, invece di una vera e propria variazione del proprietario del bene bisogna procedere con una voltura catastale;

Costi aggiornamento catastale e tempi della variazione

Per presentare un’aggiornamento catastale della planimetria, si prepara la pratica DOCFA per variazione catastale, i tempi di presentazione sono di circa 4 giorni lavorativi, il costo aggiornamento planimetria catastale di un tecnico è di circa € 200,00, il costo dell’aggiornamento catastale della planimetria come diritti di istruttoria è di € 50,00 per ogni nuova planimetria depositata.

Invece un’aggiornamento della visura catastale tramite contact center occorrono circa 15 giorni dalla richiesta, il costo del tecnico può varia da 50,00€ a 200,00€ il tutto dipende dalla modifica e dal numero di unità che devono essere variate.

Se devi presentare una voltura catastale per cambio intestazione al catasto i tempi sono di circa 4 giorni lavorativi , ad un costo del geometra di circa 150,00€ a cui vanno aggiunti i diritti catastali di circa €70,00.

 

 

 

Articoli correlati