Menu Chiudi

Come aprire un negozio online: scia commercio elettronico a Roma

scia per commercio elettronico roma
scia per commercio elettronico roma

Sei arrivato qui perche’ probabilmente hai il tuo sito di e-commerce, o hai il tuo negozio e vorresti vendere i tuoi prodotti attraverso un negozio online. E’ da molto tempo infatti che la vendita di beni e servizi online sta prendendo sempre più piede. Non e’ infatti un segreto,  che molti utenti utilizzano proprio le piattaforme di vendita su internet per comprare abiti, scarpe e materiali di ogni tipo. Quindi se anche tuo vuoi approcciarti alla vendita su internet aprendo il tuo negozio online, devi sapere quanto scriverò di seguito.

Cosa si intende per commercio elettronico?

In genere, con la locuzione “commercio elettronico” si intende uno scambio di beni e servizi che utilizzano, di solito, i migliori strumenti elettronici disponibili sul mercato e può essere suddiviso in:

  1. Il commercio elettronico indiretto ha come oggetto lo scambio di beni o di servizi per i quali la conclusione del contratto avviene attraverso un processo telematico, mentre l’esecuzione avviene tramite i canali tradizionali, quali la posta e i vettori commerciali.
  2. commercio elettronico diretto, invece, anche l’esecuzione del contratto avviene attraverso la telematica. Ciò è possibile qualora si tratti di beni digitali o digitalizzabili (ad esempio software, consulenze, e-book, musica).

Perchè conviene aprire un sito per commercio elettronico a Roma?

Il delicato tema del commercio elettronico affrontato in un’ottica eminentemente pratica, ossia inquadrandolo quale strumento essenziale (e reale) per le imprese italiane affinché siano competitive in un mercato caratterizzato sempre più dall’assenza di frontiere e dalla cosiddetta “liquidità tecnologica”, e per operare, al contempo, all’interno di Stati o zone commerciali dove l’e-commerce è già, da anni, una realtà capillarmente diffusa, è argomento per molti versi complesso.

I motivi per cui dovresti aprire un commercio elettronico sono, a nostro avviso, essenzialmente cinque:

  1.  il mercato è, oggi, sempre più “liquido”, senza frontiere, e ciò riguarda ormai tutti i settori e gli ambiti produttivi, e non solo i “prodotti digitali”;
  2. la concorrenza nel mercato digitale è elemento già presente da anni in molti Stati;
  3. il commercio elettronico consente una fruttuosa eliminazione o riduzione degli spazi e dei tempi tipici del mondo del commercio tradizionale;
  4. vi è la possibilità di rinnovare il business o, addirittura, di sperimentare modelli commerciali ancora inesplorati;
  5.  il commercio elettronico permette di perseguire una vocazione internazionale anche a quelle piccole imprese, specializzate in prodotti locali o attive su territori ristretti, che nel “mondo fisico” non avrebbero tale possibilità.

Serve un’autorizzazione per aprire un negozio online a Roma?

La risposta e’ si, infatti l’attività di commercio elettronico per aprire deve essere comunicata al comune dove ha la sede legale la ditta o impresa che amministra il sito. Anche se si vende attraverso siti di terzi vedi amazon, è obbligatorio presentare la scia per commercio elettronico a Roma.

Quale permesso serve  per aprire un negozio online a Roma?

scia commercio elettronico a roma
scia commercio elettronico a roma

Per aprire il tuo negozio online rispettando i regolamenti comunali devi inviare una scia commerciale attraverso il suap di competenza. Il suap non e’ altro che lo sportello unico attività produttive, in parole semplici è quell’ufficio che controlla le aperture commerciali nel tuo comune e ne autorizza l’apertura.

Vi starete chiedendo perchè un negozio che non ha una sede fissa, se non il vasto mondo di internet deve pagare il comune per aprire? La risposta è che il comune deve sapere quali attività sono aperte sul suo territorio, almeno come sede legale, la seconda risposta è che al giorno di oggi nulla si può aprire gratuitamente.

Quali documenti servono per aprire un negozio di commercio elettronico tramite la scia a Roma?

I documenti necessari per elaborare una scia di commercio elettronico sono semplici:

  1. P.IVA aperta
  2. documento identità del titolare o amministratore della società
  3. l’indirizzo del tuo negozio online, ed anche piu’ di uno, se ne possiedi altri con la stessa società

Cosa serve se devi aprire un negozio online di oggetti preziosi

Se il tuo negozio prevede la  vendita di oggetti preziosi, prima di inviare la scia al suap devi richiedere il rilascio dell’autorizzazione alla prefettura attraverso questo link troverai tutte le informazioni necessarie.

Bisogna autorizzare anche il magazzino delle merci per il tuo negozio online a Roma?

Se il tuo magazzino si trova nello stesso comune della sede legale societaria, sempre attraverso il suap e la scia commerciale si richiede anche l’autorizzazione dello stesso. Il magazzino deve rispettare i requisiti antincendio, facciamo l’esempio di un magazzino che contiene 3000 kg di carta per essere autorizzato deve essere richiesta prima la scia antincendio al comando dei vigili del fuoco.

Quanto costa la scia per commercio elettronico a Roma?

Per il comune di Roma la scia di commercio elettronico ha un costo di istruttoria pari ad euro 100,00 l’onorario di un tecnico onesto, come siamo noi, è di circa 200,00 euro, ogni autorizzazione però va vista caso per caso, in quanto non tutti i negozi online sono uguali, quindi un conto è che si vendano solo penne un’altro è che si vendano macchine.

Per qualsiasi dubbio, informazione o per un preventivo della vostra scia per commercio elettronico a Roma, potete scriverci o telefonarci un nostro tecnico cercherà di rispondere ad ogni vostro quesito.

La scia per commercio elettronico a Roma?

AVVIO ATTIVITÀ

Il commercio elettronico (e-Commerce) riveste oggi grandi potenzialità di business, anche associato al Social Commerce (sfruttando la sinergia dei social network per la vendita grazie all’interazione tra utenti e allo scambio di feedback). Una buona occasione per tanti giovani con buone idee. Tanto più che la Direttiva 2000/31/CE stabilisce che si possa avviare un e-commerce senza autorizzazioni preventive (fermi restando i requisiti professionali per lo svolgimento di specifiche attività).

ADEMPIMENTI

Per avviare un’attività vera e propria è dunque necessario costituire una società davanti al notaio, con spese che potrebbero superare il migliaio di euro tranne nel caso di costituzione di società a responsabilità limitata semplificata (senza oneri notarili). Seguono i classici adempimentiiscrizione alla Camera di Commercio (tramite Comunicazione Unica) e presentazione della SCIA allo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) del Comune di Roma.