Menu Chiudi

Costo perizia di stima immobile: la perizia per il mutuo di casa a Roma

Se sei arrivato in questa pagina è perchè vorresti sapere quanto vale il tuo immobile e non sai a chi rivolgerti per stimare il costo della casa o del terreno di tua proprietà.

Che cos’è una perizia di stima immobiliare?

La perizia di stima immobiliare in genere di immobile o di un abitazione consiste in un documento redatto da un professionista al fine di conoscere esclusivamente in valore di massima di un appartamento.

Nella perizia di stima sono riportate tutte le caratteristiche intrinseche ed estrinseche del bene (struttura portante, materiali, ubicazione, carico di resistenza, valori termici, estremi della concessione edilizia, estremi di identificazione catastale, certificati di agibilità o di abitabilità, età dalla sua realizzazione, qualità delle rifiniture, servizi pubblici in zona, ecc.)

Il valore di un’abitazione, o anche di un immobile è correlato ovviamente alle sue peculiarità, a cominciare dalle dimensioni, ovvero dalla metratura, la presenza di giardini, balconi, terrazze, box auto, e nel caso in cui sia un’abitazione ammobiliata, anche dalla qualità e dalla completezza dei suoi arredi, senza trascurare la sua bellezza estetica, da intendersi nel senso più ampio del termine.

Chi prepara la perizia di stima immobiliare: la figura del perito

La perizia di stima di un qualsiasi bene, casa, terreno, negozio o laboratorio, deve essere effettuata da un tecnico abilitato ad un albo o ordine, il geometra è la figura più appropriata in quanto nei suoi percorsi di studi, l’estimo è stata una delle materie  più importanti.

Quanto costa una perizia di stima immobiliare?

Un perito esperto puo’ chiedere dai 400,00 ai 700,00 euro per stimare il valore di mercato di un bene immobile, ma poi come ogni cosa, il tutto dipende dalle dimensioni e dal tempo che occorre per rilevare le superfici commerciali.

Il calcolo della superficie commerciale in una perizia di stima immobiliare

Eseguito un rilievo dettagliato della casa per stimare il valore di mercato occorre calcolare le superfici reali in base al loro valore commerciale cioè applicando dei coefficienti correttivi:

– Superfici coperte comprensive di muri interni ed esterni dell’abitazione:

  • 100% delle superfici calpestabili
  • 100% delle superfici delle pareti divisorie interne
  • 50% delle superfici di confine con altri immobili
  • 100% muri perimetrali

– Superfici scoperte: terrazze, balconi e giardini

  • 25% se sono scoperti
  • 50% se sono coperti
  • 35% patii e porticati
  • 15% giardini facenti parte di appartamento
  • 10% giardini di ville

– Superfici di aree di pertinenza come cantine e posti auto coperti e non

  • 25% cantina
  • da 40 a 80% box
  • da 25 a 50% posto auto
  • 80% mansarde rifinite
  • 60% locali interrati abitabili

Quali documenti servono per la perizia di stima immobiliare a Roma?

  • Documentazione relative alla provenienza dell’immobile: essa consente di analizzare e verificare le informazioni relative alla proprietà, la legittimità urbanistica ed edilizia dell’immobile ed eventuali modifiche apportate alla struttura durante il corso degli anni. L’atto di provenienza consente anche di valutare la presenza di eventuali volture e altre informazioni relativi ai proprietari precedenti dell’immobile.
  • Documentazione di tipo catastale: si tratta di importanti documenti che attestano l’adeguata registrazione catastale della proprietà. Valuta l’eventuale presenza di ipoteche pendenti sull’immobile, se sono state effettuate modifiche strutturali e se queste sono state correttamente registrate. Inoltre, fornisce informazioni sulla planimetria ufficiale dell’abitazione. Nella documentazione catastale è compresa la visura storica della proprietà che analizza tutta la storia dell’immobile dalla sua edificazione fino ad oggi.
  • Documenti che attestano le legittimità territoriale dell’immobile: questi atti permettono di valutare se l’immobile è stato costruito prima del 1967 e se disponeva delle autorizzazioni necessarie. Inoltre, valuta se sono stati utilizzati strumenti e materiali idonei alla costruzione, autorizzati dalle leggi in materia edilizia, e se è necessario effettuare eventuali sanatorie.

Link di approfondimento: