Menu Chiudi

Planimetria catastale non abbinata Roma, la piantina manca al catasto

planimetria catastale non abbinata roma
planimetria catastale non abbinata roma

 

La planimetria catastale non abbinata Roma: a volte può capitare che la richiesta di una planimetria catastale si concluda con esito negativo con una delle seguenti motivazioni:

  1. planimetria catastale non abbinata
  2. Con planimetria catastale non presente
  3. planimetria catastale non trovata.
  • planimetria non rilasciabile / planimetria non abbinata si verifica quando la planimetria catastale è presente nella banca dati dell’Agenzia delle Entrate ma non risulta associata alla giusta unità immobiliare che rappresenta, ovvero risulta associata ad un subalterno sbagliato.
  • Il caso della planimetria non rilasciabile / planimetria non trovata, significa che fatte le opportune verifiche che dimostrino il contrario, la planimetria catastale non è mai stata disegnata e quindi mai depositata in Catasto.

Per entrambe le casistiche viene depositata un’istanza in Catasto di Roma per richiedere la ricerca in archivio, digitale e/o cartaceo, della planimetria catastale.

Attendete poi una risposta ufficiale da parte dell’Ade Territorio relativamente alla stessa che potrà avere esito positivo o negativo.

  1. In caso di esito positivo la planimetria catastale sarà disponibile per essere richiesta con il servizio di planimetria catastale online
  2. Con esito negativo si dovrà procedere alla stesura di una nuova planimetria catastale utilizzando il servizio divariazione catastale docfa a Roma  utilizzando come tipologia di intervento: planimetria catastale mancante.

Perché è importante avere la planimetria catastale abbinata?

La planimetria catastale oltre ad essere un documento importante a livello grafico è anche importante negli atti di compravendita. Infatti risulta essere la prima cosa richiesta dal notaio, dalle agenzie immobiliari e dalla parte acquirente. La pianta catastale di casa infatti può dare indizi importanti sulle modifiche effettuate nel tempo, sopratutto in un comune come quello di Roma.

Ci troviamo infatti spesso a dover presentare delle pratiche edilizie a sanatoria perché ci accorgiamo delle difformità gia dalla planimetria catastale abbinata all’appartamento. Vi consigliamo sempre prima di vendere casa di effettuare questi controlli in prima persona o affidandovi ad un tecnico, in modo da evitare brutte sorprese quando magari è troppo tardi.

Cosa fare in caso di planimetria catastale non abbinata ?

Quando ci si trova di fronte al problema di una planimetria catastale non abbinata a Roma, è importante sapere cosa fare per risolvere questa situazione in modo efficiente. Se la vostra planimetria catastale è mancante presso il catasto di Roma, è necessario procedere con la redazione di un accatastamento per una nuova variazione catastale indicando come causale “Planimetria mancante”. Questo tipo di accatastamento è comune e viene gestito con rapidità.

Ottieni ora un Preventivo Gratuito

Scrivici oggi stesso per scoprire come possiamo aiutarti!

Scrivici ora!

In pratica, sarà necessario effettuare un nuovo rilievo dello stato degli ambienti dell’appartamento con misurazioni aggiornate e procedere con la registrazione della nuova planimetria catastale presso il Catasto. Il processo di accatastamento per questa variazione solitamente richiede circa cinque giorni lavorativi per essere completato.

Quanto costa un accatastamento per planimetria catastale non abbinata al catasto?

Il costo per l’accatastamento di una proprietà senza planimetria catastale presso il Catasto di Roma include diversi fattori. Oltre alla parcella professionale del tecnico incaricato, che di solito si attesta intorno ai 400,00 euro, è necessario considerare anche il costo istruttorio. Quest’ultimo ammonta a 50,00 euro per ogni scheda catastale elaborata nel processo di accatastamento.

Affrontare questa procedura può essere utile per regolarizzare la situazione catastale di un immobile e assicurare la sua corretta registrazione presso gli uffici competenti.

Se ti ritrovi con una planimetria mancante o non presente negli archivi del Catasto di Roma, ricorda di contattare un professionista qualificato per guidarti attraverso il processo e assicurarti di ottenere la documentazione necessaria per l’accatastamento corretto della tua proprietà.

In sintesi cosa devi sapere se la planimetria catastale non abbinata Roma

Quando ci si trova di fronte a questa problematica, è importante agire con tempestività e precisione per risolvere la situazione nel modo più efficiente possibile.

La planimetria catastale è un documento fondamentale per molti aspetti legati alla proprietà immobiliare, soprattutto durante le transazioni di compravendita. A Roma, può capitare che la planimetria non risulti correttamente associata all’unità immobiliare nel catasto. Questa discrepanza può creare ostacoli burocratici e legali.

Se ti trovi con una planimetria catastale non abbinata a Roma, la prima azione da intraprendere è presentare un’istanza al Catasto per richiedere una verifica. Questo processo può coinvolgere la ricerca degli archivi digitali e cartacei per identificare la planimetria corretta associata alla tua proprietà.

Ottieni ora un Preventivo Gratuito

Scrivici oggi stesso per scoprire come possiamo aiutarti!

Scrivici ora!

In caso di esito positivo, la planimetria corretta sarà resa disponibile per le tue pratiche. Tuttavia, se l’esito è negativo e la planimetria è effettivamente mancante o mai stata depositata, sarà necessario procedere con la redazione di una nuova planimetria catastale.

La redazione di una nuova planimetria comporta un’accurata rilevazione degli ambienti e delle misurazioni aggiornate. Questa nuova documentazione sarà quindi depositata presso il Catasto per regolarizzare la situazione della tua proprietà.

È importante considerare che questo processo può comportare dei costi, che includono l’onorario professionale del tecnico incaricato e i costi istruttori per l’accatastamento della nuova planimetria.

Leggi anche...