Menu Chiudi

Richiedere occupazione suolo pubblico a Roma: costo e tempi

Sei arrivato in questa pagina perchè vuoi sapere come ottenere l’occupazione di suolo pubblico a Roma, il suo costo e i tempi della concessione dalla data di richiesta.

Devi sapere che esistono due tipi di occupazione suolo pubblico (OSP), in tutti e due i casi e necessario ottenere un permesso che va richiesto al municipio  :

  • OSP temporanea: e’ l’occupazione autorizzata per un periodo inferiore all’anno. Nel caso di cantieri edili e stradali, l’occupazione di suolo pubblico è comunque temporanea;
  • OSP permanente: e’ l’occupazione autorizzata per l’intero anno o per un periodo di almeno sessanta giorni, ricorrente per almeno due anni consecutivi, a condizione che conservi le stesse caratteristiche, quali la tipologia, il periodo e la superficie;

Compila tutti i campi

Cosa si intende per occupazione di suolo pubblico

Per occupazione del suolo pubblico si intende tutto ciò che viene appoggiato o che proietta la propria ombra a terra sul suolo pubblico. La legge consente che il privato o un’azienda possano utilizzare, per una serie di scopi specifici, una parte del terreno pubblico, previo il pagamento di un canone d’occupazione.

Chi può fare richiesta di occupazione suolo pubblico

  1. i titolari di esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, per i quali è consentita la consumazione al tavolo ed in cui l’attività di somministrazione è prevalente, possono fare richiesta di concessione per occupazioni di suolo pubblico realizzate con tavoli, tende e ombrelloni, gazebo o simili.
  2. agli esercizi commerciali diversi da quelli sopra citati possono essere concesse occupazioni di suolo pubblico funzionali all’esercizio dell’attività che comunque non costituiscono ampliamento della superficie di vendita o espositiva (fioriere, parapedonali e simili).
  3. chi vuole presentare occupazione di suolo pubblico temporanee  per la realizzazione di feste, sagre, corse, manifestazioni di tipo sociale, culturale, religioso, di tipo sportivo, previa prima richiesta al suap dell’autorizzazione all’evento
  4. l’impresa o ditta che vuole richiedere temporaneamente l’uso di suolo pubblico per effettuare specifici lavori

Quali documenti devo allegare alla richiesta di occupazione di suolo pubblico

  • Compilazione e presentazione del modello reperibile presso lo Sportello Unico delle Attività produttive;
  • Documento di identità valido e, in caso di persona diversa dall’ interessato, delega in carta libera con fotocopia del documento del delegante e originale e fotocopia del documento del delegato;
  • Domanda in carta da bollo (salve eccezioni di legge) su apposito modello da compilarsi a cura del richiedente e dovrà contenere:
  • generalità complete, residenza, domicilio fiscale e partita IVA della persona fisica o del titolare dell’impresa individuale richiedente;
  • denominazione o ragione sociale, sede legale, codice fiscale e partita IVA dell’ente o società richiedente nonché generalità complete e residenza del legale rappresentante;
  • ubicazione e delimitazione della parte di suolo pubblico oggetto della richiesta;
  • uperficie o estensione lineare dell’occupazione;
  • durata e giorni dell’occupazione se temporanea o permanente ricorrente;
  • attività che si intende esercitare sul suolo pubblico con gli estremi della relativa autorizzazione – ove prescritta- e dell’autorità che l’ha rilasciata;
  • descrizione dei mezzi, delle opere e degli impianti con cui si intende realizzare l’occupazione;
  • impegno al rispetto delle norme legislative e regolamentari vigenti in materia e di ogni altra prescrizione contenuta nell’atto di concessione;
  • impegno a pagare il canone determinato nell’atto di concessione, oltre al rimborso delle spese per un eventuale sopralluogo istruttorio e alla costituzione di un deposito cauzionale, ove previsto per la particolare occupazione;
  • dichiarazione di aver preso visione del Regolamento Concessione Occupazione Suolo Pubblico (COSAP) approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 75/2010 e s.m.i.;
  • indicazione, facoltativa, del recapito telefonico;
  • sottoscrizione da parte del richiedente o del legale rappresentante;
  • indicazione degli estremi della comunicazione di iscrizione presentata ai fini della tariffa rifiuti, ove prescritta.
  • Ricevuta del pagamento dei diritti di istruttoria

Gli elaborati grafici da allegare alla domanda di occupazione di suolo pubblico

  • Stralcio planimetrico della strada, piazza o simile in scala 1:500;
  • Pianta della strada, piazza o simile in scale 1:200 con l’indicazione delle occupazioni di suolo pubblico e degli elementi di arredo già esistenti – tra cui gli scivoli di raccordo tra i marciapiedi e la sede stradale e i segnali/percorsi tattili per disabili visivi – e di quelli richiesti; sulle strade percorse dal Trasporto Pubblico dovrà essere indicata l’eventuale presenza di fermate ed attestata la percorribilità del mezzo pubblico;
  • Pianta e prospetto del luogo dove insiste l’occupazione di suolo pubblico richiesta con evidenziati i tipi e le forme delle attrezzature previste, in scala non superiore a 1:100 che riproducano l’esatto stato dei luoghi;
  • Particolari in dettaglio delle attrezzature previste in scale non superiore a 1:50;
  • Tre foto d’ambiente e tre foto di dettaglio dell’area dove ricade l’occupazione prevista, di formato non inferiore a cm. 18 X 24;
  • Relazione tecnica.

Come si calcola il canone per occupazione suole pubblico COSAP

Misura dell’Occupazione

La superficie dell’occupazione è data dalla minima figura piana geometrica che ne circoscrive la proiezione al suolo. La misura dell’occupazione, realizzata utilizzando chioschi e simili, è data dalla minima figura piana geometrica proiettata al suolo, partendo dalle estremità della copertura del manufatto.

Il canone è determinato sulla base della tariffa e dei coefficienti moltiplicatori indicati nella tabella, allegato D), al Regolamento Cosap (pdf). Le tariffe sono ponderate secondo il valore economico della disponibilità dell’area, il sacrificio imposto alla collettività e gli interessi pubblici connessi all’occupazione. I coefficienti moltiplicatori sono stabiliti per specifiche attività, anche in relazione alle modalità di occupazione, e si applicano all’intera area occupata.

Il canone è così ottenuto:

Canone = misura occupazione x tariffa x coefficiente (se applicabile)

Quanto tempo ci vuole per ottenere la concessione di occupazione suolo pubblico a Roma

Dalla presentazione della domanda, qualora la richiesta di occupazione di suolo pubblico ottenga parere favorevole, occorrono 30 giorni per il rilascio della concessione.

Per le richieste relative ad aree ricadenti nella Città Storica occorrono almeno 60 giorni dalla presentazione della domanda.