Menu Chiudi

Certificato APE a Roma: come si compila per inviarlo alla Regione Lazio

certificato ape a roma
certificato ape a roma

Oggi spiegherò come il certificato ape a Roma si spedisce alla Regione Lazio, per poter essere valido ai fini della compravendita, locazione o riqualificazione energetica. Inoltre essendo un geometra indicherò il costo del certificato energetico nel comune di Roma e Provincia. E spiegherò in modo semplice (senza starvi a parlare di calcoli e trasmittanza) le sezioni della certificazione energetica che devono essere compilate, facendo un sunto breve a fine pagina sul modello dell’attestato di prestazione energetica.

Cos’è l’APE attestato di prestazione energetica

Con il termine APE intendiamo l’attestato di prestazione energetica, questa denominazione è stata modificata da qualche anno a questa parte, infatti prima veniva chiamato ACE attestato di certificazione energetica.

Oltre al nome, noi tecnici ci siamo trovati a dover modificare più volte i software utili per l’elaborazione, in quanto la normativa ogni volta andava a sostituire le dichiarazioni o parti del certificato energetico.

Il fine della compilazione e spedizione di un ape alla Regione Lazio è quello di identificare quanto un immobile (appartamento, negozio, laboratorio) consuma a livello energetico e creare una sorta di catasto energetico.

Come si organizza l’elaborazione dell’ape a Roma

costo certificato ape a roma
costo certificato ape a roma

Attraverso il sopralluogo obbligatorio per legge, il tecnico che compila l’ape reperisce numerosi dati dell’immobile oggetto di certificazione energetica.

In particolare individua la tipologia costruttiva dell’edificio (cemento armato, muratura portante etc..), le eventuali migliorie che portano ad un risparmio energetico (cappotti, caldaia a condensazione, solare termico o fotovoltaico) ed i dati catastali della casa.

Il nostro studio per fare ciò utilizza un modulo che viene compilato in base ai dati richiesti sul software, che utilizziamo poi per produrre il certificato energetico.

I dati di superficie di un immobile nell’elaborazione dell’APE

Importante dato che viene richiesto da ogni software è sicuramente l’inserimento dei dati di superficie dell’appartamento che di seguito specifichiamo:

  1. superficie che delimita l’involucro edilizio: si intende le superfici delle pareti perimetrali dell’immobile
  2. la superficie utile
  3. il volume

Questi dati servono per meglio specificare le superfici disperdenti all’interno della casa.

Se ti occorre un certificato ape a Roma scrivici per un preventivo gratuito

    Le sezioni di un attestato di prestazione energetica a Roma

    Visualizzando un certificato energetico possiamo notare che è suddiviso in varie sezioni che il tecnico compila.

    1. La sezione dati generali
    2. prestazioni energetiche del fabbricato
    3. le prestazioni energetiche degli impianti e consumi stimati
    4. le raccomandazioni
    5. dati sugli impianti
    6. note

    La sezione dati generali dell’ape

    In questa parte il tecnico compila il certificato ape indicando la tipologia d’immobile (residenziale, non residenziale), dandone una  classificazione che per il residenziale e nominata E1. Indica il motivo per cui viene emessa la certificazione energetica (compravendita, locazione, nuova costruzione, ristrutturazione importante, riqualificazione energetica). In questa sezione si indica inoltre se l’ape viene fatto per l’intero edificio o una parte di esso.

    Sezione – prestazione energetica del fabbricato

    In questa parte del certificato ape c’e’ un sunto dei calcoli effettuati con il software, con l’individuazione della classe energetica da  G ad A4. La sezione riporta l’indice di prestazione energetica globale non rinnovabile in funzione del fabbricato e dei servizi energetici presenti, nonché la prestazione energetica del fabbricato.

    Sezione – prestazioni energetiche degli impianti e consumi stimati

    La sezione riporta l’indice di prestazione energetica rinnovabile e non rinnovabile, nonché una stima dell’energia consumata annualmente dall’immobile secondo uno standard. in parole semplice riporta i dati stimati dei consumi di una casa annualmente e di quelli per la produzione di energia rinnovabile.

    Sezione – raccomandazioni

    La sezione riporta gli interventi raccomandati e la stima dei risultati conseguibili,con il singolo intervento o con la realizzazione
    dell’insieme di essi,esprimendo una valutazione di massima del potenziale di miglioramento dell’edificio o immobile oggetto dell’attestato di prestazione energetica.

    Sezioni- dati impianto e note

    Poco da dire su questa sezione si compilano i dati relativi agli impianti presenti nell’immobile, potenza, anno di installazione e tipologia d’impianto. Le note servono per integrare eventuali considerazioni sugli interventi migliorativi della certificazione energetica. L’ape si conclude con le sezioni tecnico certificatore, i dati del sopralluogo e  dati del software ape utilizzato.

    Come si spedisce il certificato ape a Roma all’ufficio della Regione Lazio?

    Fino al 2018 il certificato ape a Roma era spedito tramite pec alla Regione Lazio. Ancor prima era consegnato a mano(file interminabili per depositare un certificato energetico). Dal 2019 si spedisce attraverso il portale APE-Lazio. Attraverso una pagina personale il geometra, architetto o ingegnere accreditato invia il certificato energetico.

    Quanto compilato come sopra descritto si esporta in pdf e si firma digitalmente. Sul portale si allega e si convalida il file in formato xml con i dati di elaborazione. Al certificato energetico spedito si deve sempre allegare la revisione dell’impianto di riscaldamento o la dichiarazione di assenza dello stesso. Un volta completate tali procedure si invia alla Regione Lazio la quale rilascia il protocollo su una copia scaricabile dallo stesso sito. Il protocollo è visibile su ogni pagina dell’ape in alto al centro.

    protocollo ape a roma
    protocollo ape a roma

    Quanto costa un certificato ape a Roma?

    Il certificato energetico a Roma fatto con il sopralluogo (che ricordiamo è obbligatorio) può avere un costo da € 100,00 a € 150,00. Il tutto dipende dalle dimensioni dell’appartamento e dal comune. Il nostro studio per esempio offre il servizio certificato ape anche nelle zone di Pomezia, Ardea,Anzio,Nettuno, Aprilia.

    Certificato APE Roma spiegato in breve

    Nella prima pagina  del certificato ape a Roma troviamo:

    • Informazioni generali: tra le informazioni generali è riportata la motivazione alla base della redazione dell’APE. Nell’ambito del periodo di validità, ciò non preclude l’uso dell’APE stesso per i fini di legge, anche se differenti da quelli ivi indicati.
    • Prestazione energetica globale (EPgl,nren) : fabbisogno annuale di energia primaria non rinnovabile relativa a tutti i servizi ero- gati dai sistemi tecnici presenti, in base al quale è identificata la classe di prestazione dell’edificio in una scala da A4 (edificio più efficiente) a G (edificio meno efficiente).
    • Prestazione energetica del fabbricato: indice qualitativo del fabbisogno di energia necessario per il soddisfacimento del confort interno, indipendente dalla tipologia e dal rendimento degli impianti presenti. Tale indice da un’indicazione di come l’edificio, d’estate e d’inverno, isola termicamente gli ambienti interni rispetto all’ambiente esterno. La scala di valutazione qualitativa utilizza- ta osserva il seguente criterio:
    • Edificio a energia quasi zero: edificio ad altissima prestazione energetica, calcolata conformemente alle disposizioni del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192 e del decreto ministeriale sui requisiti minimi previsto dall’articolo 4, comma 1 del d.lg s. 192/2005. Il fabbisogno energetico molto basso o quasi nullo è coperto in misura significativa da energia da fonti rinnovabili, pro- dotta all’interno del confine del sistema (in situ). Una spunta sull’apposito spazio adiacente alla scala di classificazione indica l’appartenenza dell’edificio oggetto dell’APE a questa categoria.
    • Riferimenti: raffronto con l’indice di prestazione globale non rinnovabile di un edificio simile ma dotato dei requisiti minimi degli edifici nuovi, nonché con la media degli indici di prestazione degli edifici esistenti simili, ovvero contraddistinti da stessa tipologia d’uso, tipologia costruttiva, zona climatica, dimensioni ed esposizione di quello oggetto dell’attestato.

    Nella seconda pagina del certificato ape a Roma si trovano invece:

    • Prestazioni energetiche degli impianti e consumi stimati: la sezione riporta l’indice di prestazione energetica rinnovabile e non rinnovabile dell’immobile oggetto di attestazione. Tali indici informano sulla percentuale di energia rinnovabile utilizzata dall’immobile rispetto al totale. La sezione riporta infine una stima del quantitativo di energia consumata annualmente dall’immobile secondo un uso standard, suddivisi per tipologia di fonte energetica utilizzata.
    • Raccomandazioni: di seguito si riporta la tabella che classifica le tipologie di intervento raccomandate per la riqualificazione e- nergetica e la ristrutturazione importante.

    La terza pagina riporta la quantità di energia prodotta in situ ed esportata annualmente, nonché la sua tipologia. Riporta infine, suddivise in due sezioni relative rispettivamente al fabbricato e agli impianti, i dati di maggior dettaglio alla base del calcolo.