Menu Chiudi

Cappotto termico: tipologie, caratteristiche e costo

Cappotto termico tipologie, caratteristiche e costo: il cappotto termico è una soluzione ideale per migliorare l’efficienza energetica della propria abitazione, riducendo le dispersioni termiche e limitando il consumo di energia per il riscaldamento. Esistono diversi tipi di cappotti termici, ciascuno con caratteristiche specifiche.

cappotto termico tipologie caratteristiche e costo
cappotto termico tipologie caratteristiche e costo
  • Cappotti termici in lana di roccia: I cappotti termici in lana di roccia sono realizzati con fibre minerali ottenute dalla lavorazione di rocce vulcaniche. La loro struttura porosa consente di trattenere l’aria e di isolare l’edificio sia dal caldo che dal freddo. Questi cappotti termici hanno una buona resistenza al fuoco e al calore, e sono anche resistenti all’acqua e alla muffa. Il loro prezzo varia in base alla spessore del pannello isolante e alla marca del produttore, ma si aggira intorno ai 25-30 euro al mq.
  • Cappotti termici in polistirene espanso: I cappotti termici in polistirene espanso sono costituiti da un materiale plastico, leggero e resistente, che viene espanso mediante un processo di polimerizzazione. Questi cappotti termici sono molto efficaci nell’isolamento termico, grazie alla loro struttura a celle chiuse che trattiene l’aria e impedisce la dispersione del calore. Sono inoltre resistenti alle intemperie e all’umidità. Il loro costo è leggermente inferiore rispetto ai cappotti in lana di roccia, si aggira intorno ai 15-20 euro al mq.
  • Cappotti termici in sughero: I cappotti termici in sughero sono realizzati con granuli di sughero agglomerati tra di loro e ricoperti da uno strato protettivo. Questi cappotti termici sono molto leggeri e resistenti all’umidità, oltre ad avere ottime proprietà isolanti. Grazie alla loro elasticità, si adattano bene alla superficie dell’edificio, evitando la formazione di ponti termici. Il loro prezzo è di circa 30-35 euro al mq.
  • Cappotti termici in fibra di legno: I cappotti termici in fibra di legno sono costituiti da fibre di legno, che vengono pressate e trattate con resine naturali. Questi cappotti termici sono ecologici e sostenibili, e hanno ottime proprietà isolanti, sia dal caldo che dal freddo. Sono anche molto resistenti all’umidità e alla muffa. Il loro prezzo è di circa 25-30 euro al mq.

Cappotto termico tipologie caratteristiche: modalità di posa in opera

La posa in opera dei cappotti termici richiede alcune attenzioni per garantire un’installazione corretta e ottimizzare le prestazioni dell’isolamento termico. Di seguito sono riportati i passi generali per la posa in opera dei cappotti termici:

  1. Preparazione della superficie: La superficie dell’edificio su cui verrà applicato il cappotto termico deve essere pulita, priva di polvere, sporco e ruggine. Eventuali crepe o fessure devono essere riparate prima dell’applicazione.
  2. Applicazione dell’adesivo: Un adesivo specifico per cappotti termici viene steso sulla superficie dell’edificio, utilizzando spatole dentate. L’adesivo garantisce un’adesione stabile tra il cappotto e il supporto.
  3. Posizionamento dei pannelli isolanti: I pannelli isolanti vengono posizionati sull’adesivo, esercitando una leggera pressione per assicurarsi che aderiscano saldamente. È importante sovrapporre le giunzioni dei pannelli e fissarle con chiodi o viti.
  4. Rifinitura delle giunzioni e degli angoli: Le giunzioni tra i pannelli isolanti devono essere sigillate con un’apposita malta adesiva o con nastro adesivo rinforzato. Gli angoli e le aperture vanno rifiniti con profili metallici o angolari specifici per cappotti termici.
  5. Applicazione del rivestimento: Una volta posati i pannelli isolanti, si procede con l’applicazione di un rivestimento protettivo. Questo può essere una malta di finitura, una resina o una pittura elastomerica. Il rivestimento serve a proteggere l’isolamento termico dagli agenti atmosferici e a conferire una finitura estetica all’edificio.

È importante sottolineare che la posa in opera dei cappotti termici richiede competenze specifiche, quindi è consigliabile affidarsi a professionisti qualificati per ottenere risultati ottimali.

Leggi il nostro articolo sulla guaina impermeabilizzante con consigli sulla posa e i costi.

Cappotto termico tipologie caratteristiche il costo

Il costo del cappotto termico può variare in base alla tipologia di materiale utilizzato, allo spessore del pannello isolante e alla dimensione dell’area da isolare. Di seguito sono riportati i costi approssimativi al metro quadrato per i diversi tipi di cappotti termici menzionati in precedenza:

  • Cappotti termici in lana di roccia: 25-30 euro/mq.
  • Cappotti termici in polistirene espanso: 15-20 euro/mq.
  • Cappotti termici in sughero: 30-35 euro/mq.
  • Cappotti termici in fibra di legno: 25-30 euro/mq.

È consigliabile richiedere preventivi dettagliati a diverse aziende specializzate per ottenere un’indicazione precisa dei costi specifici per il proprio progetto di isolamento termico.

In conclusione, i cappotti termici offrono una soluzione efficace per migliorare l’efficienza energetica degli edifici e ridurre le dispersioni termiche. Esistono diverse tipologie di cappotti termici, ognuna con caratteristiche specifiche e costi associati. I cappotti termici in lana di roccia offrono un’ottima resistenza al fuoco e al calore, con un prezzo medio di 25-30 euro al metro quadrato.

Il cappotto termico in polistirene espanso sono leggeri, resistenti alle intemperie e hanno un costo leggermente inferiore, che si aggira intorno ai 15-20 euro al mq.

Richiedi un Preventivo

Richiedi un Preventivo Gratuito

Scopri come possiamo aiutarti!

I cappotti termici in sughero, leggeri e resistenti all’umidità, hanno un prezzo medio di circa 30-35 euro al mq. Infine, i cappotti termici in fibra di legno, ecologici e sostenibili, hanno un costo simile a quelli in lana di roccia, intorno ai 25-30 euro al mq.

Per quanto riguarda la posa in opera, è essenziale preparare adeguatamente la superficie, applicare l’adesivo specifico e posizionare i pannelli isolanti, sovrapponendo le giunzioni e fissandole correttamente. Successivamente, si procede con la rifinitura delle giunzioni e degli angoli, utilizzando malta adesiva o nastro adesivo rinforzato. Infine, si applica un rivestimento protettivo per garantire la durabilità e l’estetica del sistema di isolamento termico.

Si consiglia sempre di affidarsi a professionisti qualificati per la posa in opera dei cappotti termici, in modo da assicurarsi una corretta installazione e massimizzare i benefici dell’isolamento termico.

In conclusione, scegliere il tipo di cappotto termico più adatto alle proprie esigenze dipende da diversi fattori, come il budget, le prestazioni termiche desiderate e le caratteristiche specifiche dell’edificio. Consultare esperti del settore e richiedere preventivi dettagliati sono passaggi fondamentali per prendere una decisione informata e ottenere un sistema di isolamento termico efficace ed efficiente.

Qui trovi tutte le tipologie di cappotto termico ed il relativo costo.

Cappotto termico tipologie caratteristiche : esempio di posa opera di cappotto termico in EPS

Immaginiamo di voler applicare un cappotto termico in EPS su una parete esterna di una casa. La parete ha una superficie di 40 metri quadrati e attualmente non dispone di alcun tipo di isolamento termico.

  1. Preparazione della superficie: Prima di iniziare, la superficie della parete deve essere pulita e priva di polvere, sporco e ruggine. Eventuali crepe o fessure devono essere riparate con del materiale adatto.
  2. Applicazione dell’adesivo: Prendiamo l’adesivo specifico per cappotti termici in EPS e stendiamolo sulla superficie della parete utilizzando una spatola dentata.
  3. Posizionamento dei pannelli isolanti in EPS: Prendiamo i pannelli isolanti in EPS con uno spessore di 5 cm e li posizioniamo sull’adesivo sulla parete, esercitando una leggera pressione per assicurarci che aderiscano saldamente. Sovrapponiamo le giunzioni dei pannelli e le fissiamo con chiodi o viti specifici per l’isolamento termico.
  4. Rifinitura delle giunzioni e degli angoli: Utilizziamo una malta adesiva o del nastro adesivo rinforzato per sigillare le giunzioni tra i pannelli isolanti e gli angoli della parete, garantendo un’adeguata protezione dagli agenti atmosferici.
  5. Applicazione del rivestimento: Successivamente, procediamo all’applicazione di un rivestimento protettivo, come una malta di finitura o una pittura elastomerica, che fornirà una protezione estetica e resistenza agli agenti esterni.

Come verificare che il cappotto termico esterno od interno funziona?

Dopo aver completato l’installazione del cappotto termico in EPS, possiamo valutare l’efficacia dell’isolamento termico tramite uno studio sulla trasmittanza (U-value) della parete. La trasmittanza misura la quantità di calore che attraversa un elemento costruttivo. Prima dell’installazione del cappotto termico, la parete potrebbe avere un valore U elevato, indicando una bassa resistenza al calore.

Dopo l’installazione del cappotto termico in EPS, si può effettuare una nuova misurazione della trasmittanza. Supponiamo che il valore U iniziale fosse di 1,0 W/m²K, indicando una scarsa prestazione termica. Dopo l’installazione del cappotto termico in EPS, il valore U potrebbe ridursi a 0,2 W/m²K, rappresentando un notevole miglioramento nell’isolamento termico della parete.

Questo significa che la parete avrà una maggiore capacità di trattenere il calore all’interno dell’edificio durante l’inverno e di respingere il calore esterno durante l’estate, riducendo la dispersione termica e migliorando l’efficienza energetica complessiva dell’edificio.

È importante sottolineare che i valori specifici di trasmittanza dipenderanno dalle caratteristiche del cappotto termico utilizzato, oltre che dalle condizioni e dalla geometria dell’edificio. In generale, l’installazione di un cappotto termico in EPS può ridurre significativamente la trasmittanza e migliorare l’efficienza energetica dell’edificio.

Oltre ai benefici in termini di isolamento termico, il cappotto termico in EPS offre anche vantaggi aggiuntivi come un migliore comfort abitativo, riduzione dei ponti termici e potenziale risparmio energetico. Inoltre, l’applicazione di un rivestimento esterno può anche contribuire a migliorare l’aspetto estetico dell’edificio.

Ricordiamo che i costi specifici dell’installazione del cappotto termico in EPS possono variare a seconda della dimensione dell’area da isolare, dello spessore del pannello isolante e delle caratteristiche specifiche del progetto. È consigliabile richiedere preventivi dettagliati a professionisti del settore per ottenere una valutazione precisa dei costi e dei benefici associati all’installazione del cappotto termico in EPS.

Considerazione finale

In conclusione, l’installazione di un cappotto termico in EPS rappresenta una soluzione efficace per migliorare l’isolamento termico degli edifici, riducendo le dispersioni di calore e migliorando l’efficienza energetica complessiva. Lo studio della trasmittanza prima e dopo l’installazione fornisce una valutazione concreta dei benefici ottenuti attraverso l’isolamento termico. Si consiglia di consultare esperti del settore per un’installazione corretta e per ottenere i migliori risultati in termini di prestazioni termiche ed economiche.

Potrebbe interessarti: