Menu Chiudi

Errore nella planimetria catastale a Roma quando serve la modifica

Spiegheremo in questa pagina l’errore nella planimetria catastale a Roma, quando serve la modifica e quanto può costare. Diciamo da subito che sistemare la piantina del catasto non vuol dire regolarizzare la casa, infatti ricordiamo che il catasto in Italia non e’ probatorio il che vuol dire che non dimostra la regolarità urbanistica di un immobile.

Differenza tra errore nella planimetria catastale ed errore sul progetto comunale

Sostanzialmente per correggere un errore sulla planimetria catastale, basta presentare la nuova piantina al catasto. Mentre per sistemare un errore sul progetto depositato al comune bisogna presentare o una pratica edilizia a sanatoria o una variante al progetto presentato. In vari articoli abbiamo spiegato come sanare piccoli abusi di casa e come regolarizzarli nel comune di Roma. Qui cercheremo di fare vari esempi degli errori più comuni che si trovano sulle planimetrie catastali e la loro risoluzione.

Errore nell’indicazione dell’orientamento sulla piantina catastale

errore orientamento nella planimetria catastale a roma

Ogni planimetria catastale in basso a destra porta l’indicazione dell’orientamento (nord, sud, ovest ed est). Capita in alcuni casi che sia sbagliato o inserito non correttamente. Questo tipo di errore catastale si corregge presentando un esatta rappresentazione grafica tramite la procedura docfa, senza il bisogno di presentare una pratica edilizia.

Errore nel disegno della finestra nella planimetria catastale a Roma

errore disegno finestra sulla planimetria catastalePrendendo un planimetria catastale ci rendiamo conto fin da subito della differenza tra una finestra passante (porta finestra) e finestra non passante. Alcuni tecnici sopratutto in passato, non facevano distinzione tra le due tipologie di finestre e le disegnavano tutte uguali sulla planimetria catastale.

Ad oggi  i controlli in fase di compravendita sono diventati più scrupolosi, e le persone vogliono che sia tutto perfetto.

Per modificare il problema della finestra passante o non passante ci sono due vie ed alcuni controlli da effettuare prima di preparare la variazione catastale. Bisogna prima di tutto verificare il progetto originario (come e’ stato costruito l’edificio) e successivamente presentare la variazione per esatta rappresentazione grafica  inserendo le giuste finestre sulla planimetria catastale.

Se invece controllando il progetto originario ci si accorge di altre differenze che riguardano le finestre bisogna prima presentare una scia a sanatoria e successivamente la variazione catastale per la modifica del prospetto.

Dati catastali errati nella planimetria catastale a Roma

La planimetria catastale contiene in alto a sinistra l’indicazione di alcuni dati identificativi della casa (piano, interno, altezza, scala, edificio etc..). Non e’ raro che alcune volte, per refuso o per fretta, il tecnico inserisca un dato sbagliato. Anche qui per sistemarlo bisogna presentare un docfa per giusta rappresentazione grafica.

Planimetria catastale diversa dallo stato di fatto errore nella distribuzione interna sulla planimetria catastale

Quando l’errore consiste sulla difformità tra pianta catastale e stato di fatto , prima di aggiornare la pianta, dobbiamo chiedere l’aiuto di un tecnico che presenti prima una pratica edilizia. La pratica edilizia più comune per sistemare sia urbanisticamente che catastalmente una casa con diversità tra planimetria catastale e realtà, è la cila comunicazione inizio lavori asseverata. Altre tipologie di errore nella planimetria catastale sono sempre o grafici o di battitura, se vi trovate di fronte ad un dubbio, contattate sempre un tecnico che capisca la tematica e vi spieghi con quale pratica catastale risolvere l’errore.

Quanto costa correggere un errore nella planimetria catastale?

Le pratiche catastali solitamente hanno dei costi bassi, massimo un centinaio di euro, in quanto un tecnico esperto come il geometra nell’arco di una settimana riesce a correggere l’errore. Perchè affidarsi ad un geometra per risolvere il tuo problema catastale? La risposta è semplice il geometra vive di catasto fin dal periodo del praticantato e riesce a tenere il costo della pratica catastale più basso.

Cosa si puo’ correggere online al catasto di Roma

  1. Errore sulla persona a cui è intestato l’immobile. L’errore può riguardare: cognome e nome (per le aziende “denominazione”), codice fiscale, luogo e data di nascita
  2. L’ errore sui dati dell’immobile. L’errore può riguardare indirizzo, ubicazione (n° civico, piano, interno, ecc.) o evidenti inesattezze nella consistenza (numero vani o metri quadri).
  3. Segnalazione di incoerenza per fabbricato non dichiarato. L’Agenzia ha il compito di individuare fabbricati non dichiarati in Catasto, richiedendo ai titolari di regolarizzarne la situazione. A tal fine l’Agenzia ha pubblicato gli elenchi dei Comuni e delle particelle di terreno nei quali è stata accertata la presenza di fabbricati o di ampliamenti di costruzioni che non risultano dichiarati in Catasto.
  4. Segnalazione di incoerenza per fabbricato rurale. I fabbricati rurali produttivi di reddito ancora censiti al Catasto dei Terreni devono essere censiti al Catasto dei Fabbricati e il termine per la dichiarazione è scaduto il 30 novembre 2012.
    L’Agenzia ha pubblicato gli elenchi dei fabbricati rurali non ancora dichiarati al Catasto dei Fabbricati (per saperne di più Fabbricati rurali – Ricerca particelle).
    Vi sono situazioni particolari (Fabbricati rurali – Quando non è obbligatorio fare la dichiarazione) in cui i titolari non sono tenuti ad alcun adempimento.
    Eventuali segnalazioni relative a tali fabbricati possono essere presentate all’Agenzia con il servizio Contact Center (Fabbricati rurali – Come e dove ottenere il servizio).
    Altri tipi di richieste. Si tratta di casi particolari, la cui individuazione richiede una approfondita conoscenza della materia catastale e buone capacità di diagnosi delle cause delle incongruenze. Pertanto, questo tipo di richieste è rivolto per lo più a tecnici professionisti.

Cosa non si può correggere online al catasto

Di seguito un elenco degli errori non sistemabili telematicamente:

  1. reclami per disservizi da parte degli uffici
  2. solleciti per la trattazione di atti presentati e non ancora evasi
  3. istanze di revisione della rendita catastale
  4. le richieste di assistenza nell’utilizzo delle procedure informatiche
  5. richieste di informazione sullo stato di avanzamento delle pratiche (salvo quelle pervenute allo stesso Contact center)
  6. le richieste di informazione generiche su procedimenti, indirizzi, ecc.

In questi casi l’utente può rivolgersi agli uffici Provinciali competenti per territorio.