Menu Chiudi

Come si presenta una variazione catastale: costo DOCFA per modificare planimetria

Ci proponiamo di spiegare, con questa piccola  e semplice guida come si presenta la variazione catastale per modificare la piantina del catasto molte volte diversa dalla realta’;

Chi può presentare la variazione catastale della planimetria?

Facciamo chiarezza non tutti possono presentare la pratica di variazione catastale all’Agenzia delle Entrate, ex catasto. Infatti solo un tecnico abilitato geometra, architetto o ingegnere può firmare la procedura docfa (documenti catasto fabbricati).

Il tecnico compila il DOCFA per variazione catastale lo invia telematicamente all’agenzia delle entrate.La pratica di variazione viene  esaminata da un tecnico del catasto che rilascia la ricevuta di approvazione e registra la nuova planimetria modificata.

Dal 2012 le variazioni catastali vengono presentate online, ma fino al 2008 il docfa elaborato veniva stampato, firmato e timbrato dal tecnico e richiedente per poi essere consegnato a mano all’ufficio del catasto provinciale. Grazie all’invio telematico della variazione catastale i costi di una procedura DoCFa si sono ridotti in quanto i tempi di lavorazione si sono ristretti.

Quanto tempo serve per presentare la pratica di variazione catastale a Roma

Se si presenta una variazione catastale, da quando la si invia a quando viene approvata dal catasto passano all’incirca 4 giorni lavorativi. Il tecnico incaricato per prima cosa fa il sopralluogo dell’immobile oggetto di variazione. Dopo aver fatto il rilievo e restituito graficamente la planimetria catastale, circa due giorni, elabora la pratica di accatastamento per variazione sul software DO.C.FA ed esporta il file denominato ncv lo firma digitalmente e lo invia all’Agenzia delle Entrate nel sito chiamato sister. L’Agenzia delle Entrate controlla che la pratica sia corretta, ovvero che non ci siano difformità o problematiche particolari. Poi registra la dichiarazione nella banca dati nazionale.

Esempio di variazione catastale con spiegazione dei quadri del DOCFA

Presupponiamo di dover presentare la variazione catastale a seguito di una pratica cila per ristrutturazione che ha cambiato la disposizione interna dell’appartamento, la cosidetta diversa distribuzione degli spazi interni.

La procedura con Docfa per la presentazione delle variazioni catastali

Il DOCFA (DOcumenti Catasto FAbbricati) è un software per la compilazione dei documenti tecnici catastali rilasciato dall’agenzia delle entrate, con il quale si presentano le modifiche avvenute sulla planimetria catastale.

Apriamo il DoCFA ed iniziamo a compilare i campi richiesti il quadro B

variazione catastale docfa
variazione catastale docfa

Per quanto riguarda una variazione catastale per diversa distribuzione spazi interni, possiamo tralasciare il tipo mappale.

Come potete vedere andiamo a compilare il campo “unità immobiliari” inserendo il numero 1 se la planimetria che varia e’ solo una.

Nel campo “unità derivate” inseriamo 1 per la dichiarazione ordinaria, la maggior parte delle variazioni catastali avvengono in questa modalita’.

Nel riquadro causale di presentazione andiamo a spuntare planimetrica e nel successivo riquadro spuntiamo il punto g” diversa distribuzione spazi interni“.

Il quadro U per i dati generali di ubicazione e di classamento

In questa sezione si compilano i dati di classamento (zona censuaria, categoria classe e vani) dell’unità immobiliare oggetto di variazione.

Si inseriscono anche i dati toponomastici quali via, piano, interno, scala etc., oltre agli identificativi catastali i famosi foglio, particella e subalterno.

Quando si finisce di compilare ogni campo si clicca sul tasto ok che fa aprire la finestra per scrivere la relazione tecnica, quindi il motivo per cui si sta presentando la variazione catastale.

Nell’immagine potete leggere le righe  che solitamente si utilizzano per presentare la variazione della planimetria dopo una pratica cila per ristrutturazione interna della casa.Premendo su ok  si apre la schermata dove vanno inseriti i dati del dichiarante, ovvero il tecnico incaricato e il committente. Sempre in questa schermata bisogna inserire il consenso per l’invio telematico del documento.

come si presenta una variazione catastale
come si presenta una variazione catastale
poligoni procedura docfa
poligoni procedura docfa

Successivamente seguendo le indicazioni a schermata del programma DoCfa si inserisce la planimetria catastale preparata su ambiente autocad, ovviamente quella con le modifiche effettuate, ed i poligoni di ogni ambiente.

I quadri 1N prima parte ed 1N seconda parte nella variazione catastale

Per proseguire e successivamente arrivare al termine si compila il quadro 1N prima parte, che nello specifico va a descrivere lo stato di pregio o meno dell’edificio e degli impianti presenti, nonchè il numero delle unita’ immobiliari presenti e l’anno di costruzione.

Il quadro 1N seconda richiede la descrizione attraverso il sistema di spunta dello stato di pregio o meno dell’unità immobiliare oggetto di variazione catastale, degli impianti presenti al suo interno e dell’anno di ristrutturazione completa.

classamento variazione catastale
classamento variazione catastale

Finito di compilare i quadri 1N e 1N seconda parte si convalida il classamento, di solito per le variazioni catastali per diversa distribuzione spazi interni si convalida il proposto.

A classamento convalidato si richiede il controllo formale del documento.

Si esporta il documento elaborato, lo si firma digitalmente e si spedisce all’agenzia delle entrate di competenza .

Quanto costa presentare una variazione catastale?

Per ogni planimetria presentata in una variazione catastale si pagano € 50,00 come diritti di istruttoria. Un professionista abilitato quando presenta una variazione al catasto costa circa € 150,00, il tutto dipende dalle dimensioni dell’immobile e dal tipo di aggiornamento catastale che viene elaborato.

Quanto tempo ci vuole per avere l’accettazione della variazione catastale?

I tempi per approvazione della variazione catastale sono solitamente dai 3 ai 5 giorni lavorativi;

Ad accettazione si puo’ gia ritirare la nuova planimetria catastale con le modifiche effettuate.

Approfondimenti utili: