Menu Chiudi

Conformità nella SCIA per casa vacanze, affittacamere, b&b a Roma

Bene, sei arrivato qui perchè vuoi delle delucidazioni sulla conformità nella scia per casa vacanze, affittacamere, b&b a Roma. Molte delle persone che ci contattano per aprire un’attività extra alberghiera, non sanno infatti, che nel comune di Roma per avviare una casa vacanze, affittacamere e b&b è richiesta la conformità urbanistica e catastale dell’immobile.

Come si apre una casa vacanze, affittacamere o b&b a Roma?

scia commerciale al suar di roma
scia commerciale al suar di roma

Molto probabilmente già sai che per aprire un’attività ricettiva a Roma occorre presentare una richiesta di autorizzazione al comune. Tale richiesta deve essere compilata attraverso lo sportello denominato SUAR (sportello unico attività ricettive). La SCIA e’ la pratica telematica da compilare su tale sportello per richiedere l’ autorizzazione e permettere i controlli da parte dei tecnico comunali. Non ci soffermiamo ora sulle modalità di invio della pratica, ma sulla documentazione richiesta perchè la stessa vada a buon fine. Vi invitiamo però a leggere i nostri articoli di approfondimento sull’apertura di attività ricettive.

La relazione tecnica allegata alla scia di apertura casa vacanze, affittacamere o b&b a Roma

Uno dei documenti obbligatori richiesti in fase di compilazione della scia commerciale è appunto la relazione tecnica asseverata da parte di un tecnico abilitato geometra, architetto o ingegnere.

conformità nella SCIA per casa vacanze, affittacamere, b&b a Roma
conformità nella SCIA per casa vacanze, affittacamere, b&b a Roma

Come potete leggere nel testo evidenziato al tecnico viene richiesto di asseverare la conformità in termini di consistenza e destinazione d’uso e l’esatta corrispondenza tra il reale e i titoli autorizzativi presentati al comune di Roma. In poche parole una vera e propria conformità urbanistica e catastale dell’immobile da adibire a casa vacanze, affittacamere o b&b.

elaborato grafico scia casa vacanze affittacamere b&b a roma
elaborato grafico scia casa vacanze affittacamere b&b a roma

Nella stessa relazione viene data indicazione su come deve essere presentato l’elaborato grafico allegato alla pratica scia.

Oltre a quanto descritto viene altresì richiesta l’agibilità dell’appartamento o dell’edificio, il rispetto delle barriere architettoniche e la conformità in materia di igiene e sicurezza. La mancanza di uno dei requisiti richiesti in relazione può portare alla chiusura dell’attività o a richiesta di documentazione aggiuntiva da parte del comune.

Come fare se l’immobile da utilizzare come casa vacanze, affittacamere o b&b non risulta conforme?

Ti sei reso conto che ci sono delle difformità all’interno della  casa che vorresti utilizzare per avviare la tua attività commerciale e vuoi sapere come sanarle prima di inviare la scia al suar? Beh, la tematica non è di facile comprensione ma cercheremo di essere il più chiari possibili.

Se si tratta di modifiche interne che non riguardano parti strutturali, puoi sanarle con una cila in sanatoria.

Se si tratta invece di modifiche ai prospetti o su parti strutturali ti occorre presentare una scia in sanatoria. Ovviamente una volta presentate le pratiche a sanatoria dovrai inviare la variazione catastale per comunicare le modiche apportate alla piantina del catasto.

Il tutto per poter permettere al tecnico di asseverare la conformità nella scia commerciale e non avere problemi successivi all’apertura.

scia casa vacanze affittacamere b&b a roma
scia casa vacanze affittacamere b&b a roma

Altra documentazione allegata alla scia per casa vacanze, affittacamere e b&b a Roma

Oltre alla relazione tecnica, che personalmente la valuto come l’ostacolo più grande da superare per aprire una casa vacanze, affittacamere o b&b, il comune di Roma richiede anche altri documenti molto meno complessi.

  • denominazione dell’attività extra alberghiera
  • assicurazione responsabilità civile verso terzi
  • iscrizione alla tariffa rifiuti AMA;
  • dichiarazione antimafia (modulo scaricabile online);
  • classificazione della casa vacanze, affittacamere e b&b (scaricabile dal sito della regione Lazio);
  • comunicazione all’amministratore di condominio tramite raccomandata o con timbro e firma per ricevuta dallo stesso;

All’interno della richiesta compilata online tramite sportello SUAR vanno dichiarati i posti letto che verranno utilizzati, in rispetto ai requisiti strutturali, uno tra i tanti spazio comune non inferiore ai 14 metri quadri.

Quali sono i requisiti che deve avere una casa vacanze, affittacamere o b&b a Roma?

La attività extra alberghiere per essere autorizzate devono rispettare determinati requisiti strutturali (distribuzione interna), che di seguito elencheremo, oltre a rispettare i regolamenti edilizi del comune di Roma, infatti come spiegato un allegato obbligatorio alla scia che viene spedita al suar è proprio la relazione tecnica asseverata di un tecnico abilitato geometra, architetto, ingegnere, che attesti il rispetto delle norme edilizie (conformità urbanistica e catastale).

Per aprire un’ attività extra alberghiera ricordiamo che è necessario possedere l’agibilità dell’edificio o dell’appartamento, pena l’inefficacia della scia.

L’ attività extra alberghiera deve rispettare alcuni requisiti strutturali che elenchiamo di seguito:

  • sala comune di almeno 14 mq con annessa cucina o angolo cottura
  • servizio ricevimento, informazioni
  • servizio assistenza all’ospite emergenza telefonica 24 h
  • camere singole di almeno 9 mq
  • camere doppie di almeno 14 mq
  • fornitura di energia elettrica, acqua calda e fredda e riscaldamento;
  • capacità ricettiva della camera non superiore ai limiti previsti dal presente regolamento anche secondo i parametri dell’allegato A6;
  • camere dotate di porta e finestra e arredate
  • possibilità di fornitura di altri servizi complementari
  • riordino e pulizia dei locali, cambio biancheria bagno e letto;
  • punto telefonico comune, fisso o mobile, solo per chiamate d’emergenza

Quanto costa la scia per aprire una casa vacanze, affittacamere o b&b nel comune di Roma?

Di seguito si riporta il costo relativo ai diritti di apertura comunali per casa vacanze, affittacamere e b&b:

  1. presentazione S.C.I.A. (Segnalazione Certificata di inizio Attività) per avvio nuovi esercizi – diritti di istruttoria strutture ricettive entro i mq. 250 € 250,00 – diritti di istruttoria strutture ricettive da mq.251 a mq.500 € 600,00 – diritti di istruttoria strutture ricettive oltre i mq. 501 € 1.000,00
  2.  per presentazione S.C.I.A. (Segnalazione Certificata di inizio Attività) a seguito di modifiche (ristrutturazioni, ampliamento o riduzione della capacità ricettiva, inserimento servizi di somministrazione bevande e alimenti o centro benessere) – diritti di istruttoria strutture ricettive entro i mq. 250 € 50,00 – diritti di istruttoria strutture ricettive da mq.251 a mq.500 € 150,00 – diritti di istruttoria strutture ricettive oltre i mq. 501 € 300,00
  3.  presentazione S.C.I.A. (Segnalazione Certificata di inizio Attività) a seguito di modifiche societarie, cambi della titolarità o della gestione, variazioni di classificazione e modifica periodi di apertura – diritti di istruttoria € 21,00
  4. Comunicazione cessazione attività € 21,00